Probabilmente ora vi state chiedendo: sì, ma perché fare Anusara Yoga?

Perché Anusara Yoga fa bene a tutti i livelli: a livello del corpo, a livello della mente e a livello del Cuore (= Spirito).

A livello fisico, il corpo diviene più flessibile e forte. Attraverso la precisione degli allineamenti, è possibile attenuare disturbi derivanti da disequilibri posturali. L’attenzione al respiro migliora la capacità polmonare e quanto più ossigeno sarà distribuito attraverso il flusso sanguigno a tessuti ed organi vitali, tanto più il corpo risulterà sano e in forma.

A livello della mente, stress ed ansia vengono alleviati mediante lo sviluppo della consapevolezza del respiro e attraverso la connessione stabilita con il corpo. Gli aspetti filosofici sempre presenti nella pratica espandono la nostra comprensione del mondo e di noi stessi, stimolando la nostra ricerca interiore.

A livello del Cuore: la pratica, aprendoci a ricordare le potenzialità insite in ciascuno di noi e portandoci in contatto con la sorgente interiore, permette di ritrovare entusiasmo, energia, coraggio, autostima e innumerevoli altre qualità di cui avevamo perso traccia in noi … accrescendo la nostra apertura alla vita intorno a noi.

A livello più sottile, la pratica di Anusara Yoga rafforza la connessione fra il sé individuale e l’Universale.

Secondo la filosofia tantrica non dualistica, ciò che è nel corpo è nell’Universo, e questo è vero anche per pensieri, desideri, passioni ed emozioni. Non vi è dualismo tra materia e dimensione trascendentale. L’Anusara Yoga, portando a riconoscere questa unità, accresce la sensibilità, la compassione, e tutte le virtù positive che hanno sede nel cuore di ogni essere.